Arte & Cultura

Bottega Arte e bottegaMagica

a cura di Vito Laraspata

Lodevole l’impegno di Vito Laraspata, vive a Bruxelles da più di trent’anni, dal 2002 ha fondato un’associazione impegnata nella valorizzazione e diffusione della lingua e cultura Italiana in Europa ed in Belgio in modo particolare. Insieme ad Ortensia Semoli dirige la compagnia teatrale "BottegaMagica" da cui è nata l'idea di rappresentare i classici in maniera ironica e divertente, sottoforma di benevoli satire: un modo diverso per apprendere ed appassionarsi alla letteratura italiana. Attraverso manifestazioni, rappresentazioni teatrali, concerti, recital, esposizioni, salotti e premi letterari, vero “ambasciatore” della cultura italiana, Vito Laraspata si rende disponibile al connubio con l’Associazione Sviluppo Europeo. Non sarà una fusione ma una preziosa partecipazione.

E’ doverosa un’introduzione sull’Associazione diretta da Vito Laraspata, verrà fatto proprio con le parole dell’Autore stesso :

Quando nell’ormai lontano 2002 mi venne l’idea d’inviare ad una stretta cerchia di amici, colleghi e conoscenti un bollettino di un paio di pagine con l’intento di ragruppare i principali appuntamenti culturali italiani a Bruxelles, non pensavo minimamente che avrei tenuto l’impegno per dieci anni. E invece siamo arrivati a più di 170 numeri, con una frequenza quindicinale per otto anni e poi mensile: si è ampliato, sia di pagine (arrivando a 12 ed anche a 14 pagine con‘numeri speciali’ per anniversari, elezioni, eventi di pubblico interesse), sia d’informazione (con articoli d’interesse per gli italiani al’estero), sia di destinari (con una lista d’invii di quasi 2.500 indirizzi).

Perchè “Il Botteghino”? Perchè si sentiva la mancanza di questo tipo d’informazione, soprattutto culturale, nella società belga in cui viviamo.“Il Botteghino” è diventato così un punto di riferimento per il lettore, un punto d’incontro, proprio come il banco per la vendita dei biglietti per gli spettacoli pubblici. È l’organo d’informazione del gruppo ‘BottegArte’, nato dal desiderio di salvaguardare e diffondere la lingua, la cultura e l’arte italiane. Rimane per il momento l’unico punto di riferimento culturale italiano (non regionale), in Belgio, per quanto riguarda la stampa scritta. E’ distribuito gratuitamente per via telematica a chi ne fa richiesta. Ma veniamo ad una considerazione puramente giornalistica. Il giornalismo oggi è, purtroppo, diciamolo pure, schierato politicamente, parziale e desideroso di voler convincere più che dare notizie. Essendo io stesso giornalista, non posso esimermi dal dire che, almeno in teoria, la funzione principale e unica del giornalista dovrebbe essere quella di informare. Premesso che, in una società democratica il giornalista deve fornire le notizie per dare un'accurata ed imparziale informazione ai cittadini, il fine è quello del bene pubblico, che si ottiene quando ciascun membro della società è messo al corrente dei fatti e può, attraverso essi, prendere le proprie decisioni. E’ questo l’intento de “Il Botteghino”.
Un grazie ai nostri affezionati lettori che mi hanno dato il coraggio e la forza di perseverare. Vito Laraspata
IL SITO

Lo spettacolo teatrale in atto

Una rosa nella notte

La commedia racconta con garbo ed ironia una vicenda che ha per protagonista una coppia alto borghese:
un marito, l'avvocato di successo Silvio Guareschi, egocentrico, sempre impegnato nel suo lavoro e poco attento alle necessità della sua giovane moglie, Adriana, donna romantica e passionale che, stanca di essere trascurata dal marito, si consola con le storie emozionanti e travolgenti che vede al cinema.
I dubbi che la moglie abbia un amante, spingono il marito a fare appello ad un’agenzia investigativa e ad un astuto segugio.
Si susseguono bugie, sospetti e sotterfugi che porteranno la vicenda verso un finale a sorpresa e decisamente inaspettato......
Uno spettacolo gradevole e brioso, attualissimo e adatto ad ogni genere di pubblico.